Glutammato monosodico? No grazie!

1 Commento

Quando parliamo di  glutammato monosodico devi sapere che stiamo parlando di un additivo alimentare utilizzato a livello industriale per insaporire i cibi confezionati come dadi da brodo, vegetali o di carne, minestre in busta, conserve vegetali,salse, preparati per salse, paste con ripieno, insaccati, prodotti per l’infanzia, snack.

Prima di utilizzare un comunissimo e all’apparenza innocuo dado da brodo, devi tenere presente i pareri di ricerche e studi completamente sfavorevoli al suo utilizzo in cucina, in quanto il glutammato monosodico utilizzato dall’industria alimentare non è  per nulla naturale, ed alcuni soggetti possono riscontrare allergie o sensibilità a questo additivo. Inoltre da alcune ipotesi potrebbe persino contribuire all’obesità.

Come sempre è buona norma leggere l’etichette prima di effettuarne l’acquisto.

Se lo vuoi evitare, fai attenzione alla dicitura “glutammato monosodico” o alla sigla E621.

Sei sei un soggetto sensibile al glutammato monosodico, potresti riscontrare dopo la sua assunzione sintomi come: come tachicardia, nausea, emicrania, dolore alla testa, sensazione di tensione nella parte alta del corpo.

Il glutammato monosodico è pertanto ritenuto un additivo sospetto, inutile, ingannevole,e non ha alcuna utilità nutrizionale.

Viene utilizzato nell’industria esclusibvamente perchè costa meno rispetto l’utilizzo di altre materie prime come aromi naturali.

Le alternative sono ovviamente tutti i prodotti che non lo contengono, meglio ancora l’uso di erbe, spezie, pepe, peperoncino, curry, semi aromatici, olio aromatizzato, gomasio (un condimento a base di sesamo e sale marino integrale).

Vuoi autoprodurre il dado vegetale? Guarda questo video

Altrimenti acquista un dado vegetale naturale, io personalmente utilizzo da un paio di anni  Il Nutrimento Brodo vegetale senza lievito commercializzato da probios lo trovo molto buono e data la sua sapidità accesa consiglio di utilizzarne un cucchiaino da caffè se fai il brodo, e mezzo cucchiaino scarso se vuoi aromatizzare i cibi.

 

 

 

Autore: consapevolezza alimentare

Sono Sonia ho 33 anni e ho smesso di definirmi per categorie. Amo leggere, cucinare, parlare di piccole e grandi rivoluzioni quotidiane in compagnia di una bella birra alla spina e ovviamente di qualcuno interessato all'argomento. La mie recenti rivoluzioni sono l'alimentazione vegetariana, l'orto sul balcone, la camminata di un'ora tutti i giorni, la mia attività indipendente e questo blog. Ambizioni future: l'auto-produzione casalinga e di conseguenza una casa in campagna! Consapevolezza Alimentare è una rubrica di approfondimento sul percorso alimentare vegetariano, ha lo scopo di supportare tutti coloro che vorrebbero fare o hanno fatto questa scelta etica, salutistica e ambientalista. Consapevolezza Alimentare mette insieme vari contenuti, estratti di libri di autori che hanno affrontato tale tematica, testimonianze di persone che da tempo hanno fatto propria la scelta vegetariana o vegena.

One thought on “Glutammato monosodico? No grazie!

  1. Pingback: Ritenzione idrica e stanchezza nei vegetariani |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...